Il Segreto 23 settembre 2017, la morte di Severiano

Il padre di Maria ammette le proprie responsabilità ma si compie un tragico destino

Maria incontra Severiano nella puntata Il Segreto di sabato 23 Settembre 2017 e riesce a fargli ammettere di aver ucciso la povera Sol Santacruz. A questo punto la Guardia Civile cerca di arrestarlo, ma lui reagisce e si verifica uno scontro a fuoco che culmine nella tragedia. Intanto Rogelia è ad un passo dalla verità sul mistero di Ismael, che nel frattempo continua a screditare Matias. Raimundo è furioso contro Francisca che, però, a sorpresa gli fa una dichiarazioni d’amore totalmente inaspettata.

Rogelia vicina alla verità

Rogelia da molto tempo è sospettosa nei confronti del giovane Ismael e intuisce che ha qualcosa di molto grosso da nascondere. Per questo motivo dedice di dire a Beatriz di voler parlare al più presto con Hernando.

La giovane Dos Casas però glielo impedisce perchè suo padre potrebbe in realtà non credere alle sue supposizioni e rivoltarsi contro Matias, contro il quale Ismael sta continuando la sua opera diffamatoria.

Una sorprendente confessione

Raimundo scopre che Francisca Montenegro ha cercato per l’ennesima volta di ingannarlo tramando alle sue spalle e, furioso per quello che è accaduto, decide d’impulso di distruggere i documenti di Cristobal.

La matrona, però, lo sorprende con una inaspettata dichiarazione d’amore che spiazza completamente l’ex locandiere. In seguito Severo permetterà che Elodia venda nella pasticceria di Candela i suoi gustosi torroni. Onesimo, innamorato di lei, la aiuta nell’impresa.

La morte di un infame

Maria, tornata da Cuba per cercare di capire cosa è successo alla madre Emilia, ha saputo da quest’ultima che l’assassino di Sol Santacruz è Severiano Menendez, il suo padre naturale. Quindi, la giovane cerca di incontrarlo per chiarire l’incresciosa situazione; l’uomo non si mostra affatto felice di conoscerla, anzi,  pretende anche da lei una grossa somma di denaro in cambio del suo silenzio.

La sua malvagità, però, non lo porterà lontano: Maria riuscirà a fargli confessare di aver ucciso Sol. Le Guardie, Raimundo ed Alfonso, ben nascosti dietro ai cespugli, ascoltano la confessione. Quando la Guardia Civile cerca di arrestarlo, egli si accorge di essere finito in una trappola, impugna prende la pistola e cerca di uccidere Maria. La Guardia Civile, a quel punto, apre il fuoco e Severiano rimane ferito a morte.