Amici 14 – Garrison, nato a Dallas il 4 novembre 1955, è sicuramente da diversi anni una delle colonne portanti del programma di Canale 5 e in Amici 14 lo ritroveremo nuovamente, per il tredicesimo anno consecutivo, come maestro/coreografo per la categoria ballo. Negli anni, oltre che per le sue qualità professionali, si è contraddistinto per la sua umanità e sensibilità verso le problematiche dei singoli allievi, quasi un istinto paterno nei loro confronti, portandolo nella maggior parte dei casi ad instaurare con essi dei veri e propri rapporti di “amicizia”, che permangono anche negli anni successivi alle partecipazioni dei singoli ragazzi al format. Pur mantenendo il giusto rispetto nei suoi confronti e riconoscendogli l’autorità spettante ad un professore, i ragazzi tra i banchi della scuola hanno sempre visto in lui un “consigliere” al quale rivolgersi nei momenti di difficoltà.
E’ questo, forse, il motivo per il quale Garrison è uno dei volti di Amici che riscuote più successo tra il pubblico di Amici, certamente più influenzato dalle sue caratteristiche umane che non da quelle curricolari, anch’esse comunque di notevole rilevanza per quanto riguarda il professore.
Il profilo descritto non deve però ingannare il lettore: seppur sensibile e “alla mano”, Garrison è anche un professore serio e severo, che richiede il massimo dai suoi allievi e che non transige di fronte alla mancanza di impegno da parte di qualcuno di questi.

Amici 14: Garrison, gli inizi

Nasce come ballerino, per poi diventare ben presto coreografo di successo, grazie alla collaborazione con diverse compagnie di ballo made in USA e all’esperienza in diversi musical americani, che lo portarono a viaggiare spesso in Europa e alla successiva decisione di trasferirsi definitivamente in Italia.

Amici 14: “Il sogno amer…italiano”

Stabilitosi in Italia, diventa in pochissimo tempo noto al pubblico televisivo, facendosi apprezzare in qualità di ballerino/coreografo in diverse produzioni del piccolo schermo, tra cui Fantastico 4 (come ballerino), Festivalbar, La sai l’ultima?, Risatissima, Sotto a chi tocca, Unomania, Buona domenica (per ben 6 anni sotto la “guida” di Maurizio Costanzo), Il ballo delle debuttanti e Uomini e donne.
Risale al 2005, poi, l’esperienza avuta al fianco di Maria De Filippi e Kladi come conduttore di alcune puntate di Striscia La Notizia.

Amici 14: Garrison e Maria, amore a prima vista

Il rapporto tra la De Filippi e Garrison è ormai consolidato da anni, ma è curioso scoprire come i due siano venuti a conoscenza, ormai circa 15 anni fa: Maria aveva infatti bisogno di qualche lezione di danza (e forse ancora oggi necessiterebbe di qualche dritta, per sua stessa affermazione) e a dargliele fu proprio Garrison.
Fu questo, quindi, il preludio alla nascita di questa duratura e inscalfibile amicizia, che spinge i due a ritenersi legati e uniti come due “familiari”.

Amici 14: Un Garrison “alla Cracco”

Se siete stupiti da questa affermazione, tutto vi risulterà più chiaro sapendo che, dal 2013, il coreografo texano cura una rubrica culinaria per il canale web WittyTv, dal nome “Ricette a stelle e strisce”, nella quale si dedica alla preparazione di deliziosi piatti di provenienza americana.

Amici 14: Da buon americano, Garrison è social!

Garrison promuove la maggior parte delle sue iniziative, informando i suoi fans circa gli eventi ai quali partecipa o parteciperà, tramite la sua pagina ufficiale di Facebook, sempre molto aggiornata e che lo vede in molte circostanze nelle vesti di “modello”: è infatti tutt’altro che difficile imbattersi in immagini che, oltre a promuovere le sue attività come precedentemente detto, mostrano il suo lato da classico “sex symbol americano”.

Amici 14: Un sogno nel cassetto…

Una carriera piena di successi, destinata a durare ancora negli anni, ma che ancora non fa di Garrison una persona totalmente realizzata: il suo sogno, nonchè desiderio fortissimamente voluto, è infatti quello di diventare padre, adottando un bambino.
Noi non sappiamo se riuscirà nel suo intento, ma siamo sicuri che, visto l’amore col quale tratta i suoi allievi, come padre sarebbe ancor più bravo di quanto non lo sia gia come professore (e come cuoco!)…In bocca al lupo Garrison!!