Grande Fratello Vip, Francesco Moser si scaglia contro il figlio

Il popolare campione di ciclismo non approva il comportamento del figlio Ignazio nella Casa di Cinecittà

Francesco Moser, grande campione di ciclismo e padre del concorrente del Grande Fratello Vip Ignazio, non ha mai nascosto di non approvare affatto la scelta del figlio di partecipare al noto reality show di Canale 5, famoso anche per la vagonata di trash che comporta e cui va detto che Ignazio sta contribuendo alla grande con la sua storia con la giovane Cecilia Rodriguez, sorella di Belen. Tuttavia dalle recenti interviste traspare anche l’opinione non ottima che il padre ha del figlio.

Francesco Moser ammonisce il figlio Ignazio

In un’intervista rilasciata di recente al settimanale Chi di Alfonso Signorini in edicola questa settimana, Francesco Moser ha infatti dichiarato che il figlio l’ha lasciato per partire proprio quando aveva più bisogno di lui all’interno dell’azienda di famiglia che in Trentino produce vini molto pregiati.  “È partito che eravamo nel pieno della vendemmia”, si è lamentato Moser Senior.

“Gli ho detto: “Ma non puoi andare più tardi, quando abbiamo finito?”. Non l’ho messo in guardia sui rischi della popolarità, è tutto nelle sue mani, non posso dirgli cosa deve fare, è lui che è lì dentro e deve decidere, ma sa come la pensiamo io e sua madre, e cioè che dovrebbe stare nei termini “normali”, anche se di normale c’è poco” ha proseguito il campione, da sempre lontano dal mondo del gossip e della televisione.

Problemi di famiglia in arrivo per il giovane ex ciclista

E subito dopo Francesco Moser, che nell’intervista non appare molto entusiasta di Cecilia Rodriguez, nuova fiamma di suo figlio conosciuta proprio all’interno della Casa del Grande Fratello Vip, aggiunge alcune parole che rivelano un’opinione non buonissima del figlio, che reputa “facilmente influenzabile” e che soprattutto ritiene non sappia assolutamente cosa vuole dalla vita.

“Prima correva” ha raccontato l’uomo, tradendo un pizzico di rammarico per quel figlio così diverso da lui e lontano dai valori famigliari, “poi ha smesso, poi ha ricominciato e ha smesso di nuovo”. E l’ex campione di ciclismo conclude con un ammonimento per il suo rampollo: “La porta dell’azienda di famiglia è sempre aperta per lui, ma bisogna che si comporti bene se vuole tornare”.

Insomma, uomo avvisato mezzo salvato!