Squadra mobile 2 puntata 4 ottobre 2017, Sabatini medita vendetta

L'uomo è convinto che ad uccidere la sua donna sia stato un proiettile della polizia e vuole farsi giustizia

Fiction

di 357 visualizzazioni 0

Squadra mobile 2 puntata 4 ottobre 2017, Sabatini medita vendetta

Le anticipazioni della quarta puntata di Squadra Mobile 2-Operazione Mafia Capitale rivelano che Sabatini, riuscito a sfuggire ancora una volta alla cattura, si convincerà che ad uccidere Vanessa sia stato un proiettile della polizia e medita così di vendicarsi. Cosa avrà in mente l’ex poliziotto? Intanto la squadra sarà messa sotto accusa da stampa ed opinione pubblica a causa della morte della donna nell’ambito dell’operazione per catturare Sabatini.

Gli uomini di Ardenzi saranno chiamati ad una prova di unità. Mentre indagano su un caso di presunto rapimento, la squadra mette gli occhi su alcuni strani comportamenti da parte della società che si occupa della raccolta dei rifiuti. Intanto Cocco si risveglia dal coma e sia Ardenzi che Sabatini vorranno sentire cos’ha da dire.

La squadra chiamata ad una prova di unità

La squadra sarà chiamata ad una grande prova di unità visto che la morte di Vanessa nell’ambito dell’operazione per catturare Sabatini ha scatenato contro di loro, la stampa intera e l’opinione pubblica.

Le cose si complicano ancora di più perché Sabatini è convinto che  la sua compagna sia morta per mano della polizia e medita vendetta. Cosa avrà mai in mente? Nel frattempo la mobile è chiamata ad indagare su un caso di presunto rapimento.

Anticipazioni squadra mobile del 4-10-2017, Cocco si risveglia dal coma e Ardenzi va ad interrogarlo

L’inchiesta su Mafia Capitale torna al centro dell’indagine nel momento in cui la Mobile mette gli occhi su alcuni strani comportamenti da parte della società che si occupa della raccolta dei rifiuti.

Intanto in ospedale accade qualcosa di importante. Si risveglia dal coma Ernesto Cocco che insieme a Italo Manzi ha sottratto i diamanti a Sabatini. Ardenzi si reca subito da lui per interrogarlo visto che è molto interessato a sapere cos’ha da dirgli così come il suo ex collega che non tarderà a manifestarsi.