News

Luxuria affronta la d’Urso in diretta: “Dovevi essere la Barbara che li mette in riga”

Vladimir Luxuria è tornata nel talk show di Barbara d'Urso e ha puntato il dito contro la conduttrice

Pubblicato il: 26 Novembre, 2019  Visualizzazioni: 1074

Luxuria affronta la d’Urso in diretta: “Dovevi essere la Barbara che li mette in riga”

Vladimir Luxuria è tornata nel talk show di Barbara d'Urso e ha puntato il dito contro la conduttrice

Nel corso dell’ultima diretta di Domenica Live, Barbara d’Urso ha avuto modo di confrontarsi con Vladimir Luxuria dopo i fatti avvenuti durante lo scorso appuntamento di Live – Non è la d’Urso. L’opinionista ha ribadito la sua posizione, affermando di essersi sentita vittima del branco. Inoltre, ha rimproverato la conduttrice di non essere intervenuta. Di tutta risposta, la d’Urso si è scusata, sostenendo di non aver capito la sofferenza di Vladimir in quel momento.

Luxuria affronta la d’Urso: le parole dell’opinionista

Tra gli ospiti dell’ultima puntata di Domenica Live c’era anche Vladimir Luxuria, ritornata nello studio per confrontarsi con Barbara d’Urso in merito a quanto accaduto a Live – Non è la d’Urso. I toni sono stati pacati per tutto il confronto, anche se l’opinionista non le ha mandate di certo a dire e ha confermato quello che aveva detto: “Ti dico, Barbara, che mi sarei aspettata una reazione più dura e severa nei confronti di Vittorio Sgarbi. In quel momento, tu dovevi essere la Barbara che si arrabbia come con i concorrenti del Grande Fratello e li mette in riga. Anche se è Vittorio Sgarbi”.

LEGGI ANCHE — Barbara d’Urso si scusa con Luxuria: la replica di Vladimir è da applausi!

Luxuria affronta la d’Urso: la difesa della conduttrice

Non a caso, la d’Urso non era intervenuta per fermare i termini che volavano dalla bocca di Sgarbi, fatto che aveva scatenato la replica di Luxuria: “Omofobia e transfobia si combattono sempre: sia dentro che fuori dallo studio”. Continuando il confronto, Barbara d’Urso ha spiegato il motivo per cui non è intervenuta: “Mi dispiace molto di non aver colto la tua sofferenza e la tua fragilità in quel momento. Non mi hai dato segnali, mi dispiace non aver colto questa cosa, davvero”. Poi, si è difesa sulle accuse del web: “Non consento a nessuno di mettere una piccola macchia sulla battaglia che da anni sto facendo verso la comunità Lgbt, contro l’omofobia”.

LEGGI ANCHE — Furiosa lite tra Kikò Nalli e Barbara d’Urso: la conduttrice visibilmente risentita

E ancora: “Mi sono scagliata contro il ministro Fontana, contro Salvini che stava andando al Congresso di Verona. Sono andata da Matteo Renzi con il nastro tricolore. Io questo lo faccio da 12 anni nelle mie trasmissione. Vengo odiata da uomini che picchiano le donne e picchiano i gay. Io chiedo la legge contro l’omofobia”.



Seguici su Instagram !


CATEGORIE News